Assegnati gli Hollywood Critics Association Midseason Awards, i premi cinematografici con cui i critici dei magazine di Los Angeles (fino a qualche anno fa giurati degli ex-Los Angeles Online Film Critics Society Awards) premiano i film di “metà stagione”. Si tratta di una primissima indicazione sui migliori film usciti durante la prima metà dell’anno solare: dalla fine della Stagione dei Premi 2021/2022 alla penultima settimana di giugno. In tal senso per questa sessione estiva di premi vengono presi in considerazione i film che sono stati distribuiti negli States dal 1 aprile al 30 giugno.

Anche se fino a questo momento i loro verdetti non hanno avuto un ruolo determinante nella successiva Awards Season, possiamo affermare che si sono rivelati nel tempo dei riconoscimenti significativi perché ci hanno permesso di capire quali film tra quelli distribuiti in questa prima fase avevano una maggior potenzialità di entrare nella successiva corsa agli Oscar.

A tal proposito tra i vincitori per il miglior film delle prime quattro edizioni solo Black Panther (1a edizione) si è imposto tra i protagonisti della successiva Notte degli Oscar vincendo 3 statuette, poi il vincitore della 3a edizione Da 5 Bloods – Come fratelli di Spike Lee ha ottenuto una sola nomination per la colonna sonora, mentre Booksmart – La rivincita delle sfigate (2a edizione) e  Sognando a New York – In The Heights (4a edizione) non hanno ottenuto alcuna candidatura agli Oscar.

Agli Hollywood Critics Association Midseason Awards 2022 trionfa Everything Everywhere All At Once

Quest’anno a trionfare, conquistando ben 7 riconoscimenti, è stato il film rivelazione del botteghino americano, il gioiellino targato A24, Everything Everywhere All At Once, un’helzapoppin di generi per raccontare il mondo parallelo del Multiverso, che ha vinto nelle categorie miglior film, miglior regia e miglior sceneggiatura (Daniel Kwan & Daniel Scheinert), miglior film indipendente, miglior attrice (Michelle Yeoh), miglior attrice non protagonista (Stephanie Hsu), miglior attore non protagonista (Ke Huy Quan).

TRAMA: un’anziana immigrata cinese viene coinvolta in un’avventura folle in cui lei sola può salvare il mondo esplorando altri universi che si connettono con le vite che avrebbe potuto condurre.

Tra gli altri premiati spicca Austin Butler che ha vinto il premio nella categoria Miglior Attore per la sua applaudita interpretazione nel biopic, Elvis di Baz Luhrmann sulla figura leggendaria di Elvis Presley.

Ecco la lista di tutti i vincitori degli Hollywood Critics Association Midseason Awards:

MOST ANTICIPATED FILM: Nope dir. Jordan Peele / 2° posto: Babylon dir. Damien Chazelle

BEST INDIE FILM: Everything Everywhere All At Once dir. Daniel Kwan & Daniel Scheinert / 2° posto: Marcel The Shell With Shoes On dir. Dean Fleischer-Camp

BEST HORROR: Fresh dir. Mimi Cave / 2° posto: X dir. Ti West

BEST SCREENPLAY: Everything Everywhere All At Once (Daniel Kwan & Daniel Scheinert) / 2° posto: The Unbearable Weight of Massive Talent (Tom Gormican & Kevin Etten)

BEST DIRECTOR: Daniel Kwan & Daniel Scheinert (Everything Everywhere All At Once) / 2° posto: Joseph Kosinski (Top Gun: Maverick)

BEST SUPPORTING ACTRESS: Stephanie Hsu (Everything Everywhere All At Once) / 2° posto: Jamie Lee Curtis (Everything Everywhere All At Once)

BEST SUPPORTING ACTOR: Ke Huy Quan (Everything Everywhere All At Once) / 2° posto: Pedro Pascal (The Unbearable Weight of Massive Talent)

BEST ACTRESS: Michelle Yeoh (Everything Everywhere All At Once) / 2° posto: Emma Thompson (Good Luck To You, Leo Grande)

BEST ACTOR: Austin Butler (Elvis) / 2° posto: Tom Cruise (Top Gun: Maverick)

BEST PICTURE: Everything Everywhere All At Once

FONTE: HCA