AGGIORNAMENTO: Chi vincerà nella categoria Miglior montaggio?

La sfida nella categoria del Miglior attore non protagonista tra i due principali competitors di quest’anno e cioè Troy Kotsur (CODA) e Kodi Smit-McPhee (Il potere del cane), sembra già conclusa soprattutto dopo che il primo ha conquistato ben 4 premi chiave (Critics Choice Award, BAFTA, SAG Award, Hollywood Critics Association Awards) oltre a vari riconoscimenti tra cui 2 dedicati al cinema indipendente come il Gotham Award e il Film Independent Spirit Award. In questo modo il suo rivale vanifica il suo pesante bottino di Film Critics Awards (ben 30) a cui si aggiunge il Golden Globe che gli ha consentito finora di restare in lizza per la statuetta.

Se Smit-McPhee non avesse vinto quest’ultimo premio probabilmente non ci sarebbe stata nessuna sfida, con uno scenario che ha ricordato molto quello che è successo nel 2018 quando Willem Dafoe per The Florida Project vinse 32 premi della critica ma a conquistare l’ambita statuetta fu Sam Rockwell che per Tre manifesti a Ebbing, Missouri aveva conquistato tutti i riconoscimenti chiave.

Molto più distanziati i restanti candidati come Ciaran Hinds per Belfast (National Board of ReviewPhoenix Film Critics Society AwardKansas City Film Critics Circle Award), J.K.Simmons per Being the Ricardos (Denver Film Critics Society Award) e Jesse Plemons per Il potere del cane (candidato ai BAFTA).

Inizialmente sono circolati con insistenza i nomi di Richard Jenkins (The Humans) e Corey Hawins (The Tragedy of Macbeth) che però sono stati completamente snobbati dai premi dei critici. Senza dimenticare il caso Jared Leto (House of Gucci) nominato tra le polemiche ai Satellite Awards, ai SAG Awards, ai Critics Choice Awards ma anche ai Razzie Awards.

In tal senso rispetto ai panel sui favoriti per la nomination redatti nei mesi precedenti spicca per lo più l’assenza di Jamie Dornan (Belfast) candidato non solo a tutti i premi chiave ad eccezione dei SAG e dei BAFTA, ma anche vincitore del Sunset Circle Award e il Capri Hollywood International Film Award, oltre a quella di Bradley Cooper che per Licorice Pizza anche se aveva ottenuto solo la nomination ai SAG aveva vinto in compenso 5 Film Critics Awards (Atlanta Film Critics Circle AwardCritics Association of Central Florida AwardSan Diego Film Critics Society Award (best comedic performance), Georgia Film Critics Association AwardToronto Film Critics Association Award).

PREVISIONI MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

1. Troy Kotsur (CODA)
2. Kodi Smit-McPhee (Il potere del cane)

NOMINATIONS OSCAR 2022

Best Supporting Actor

Ciarán Hinds (Belfast): è la sua prima nomination.

Troy Kotsur (CODA): è la sua prima candidatura.

Jesse Plemons (The Power of the Dog): è la sua prima candidatura.

J.K. Simmons (Being the Ricardos): è la sua seconda nomination dopo aver vinto l’Oscar nel 2014 per Whiplash

Kodi Smit-McPhee (The Power of the Dog): è la sua prima candidatura.

APPROFONDIMENTO:

Awards Table 2021/2022: tutti i premi della stagione cinematografica

Oscar 2022: i 15 migliori attori non protagonisti da tenere d’occhio (previsioni settembre 2021)

Oscar 2022: i 12 migliori attori non protagonisti da tenere d’occhio (previsioni novembre 2021)

Oscar 2022: i 10 migliori attori non protagonisti da tenere d’occhio (previsioni dicembre 2021)

Oscar 2022: gli 8 migliori attori non protagonisti da tenere d’occhio (previsioni febbraio 2022)