AGGIORNAMENTO: Oscar 2022: i 15 film da tenere d’occhio (previsioni dicembre 2021)

Annunciate le nominations agli Art Directors Guild Awards (ADG), i riconoscimenti con cui annualmente il sindacato degli scenografi sceglie le migliori prestazioni professionali in ambito cinematografico e televisivo. I loro verdetti sono molto attesi perché consentono di prevedere i favoriti agli Oscar nella categoria Miglior scenografia. In particolare con la suddivisione del premio in 3 categorie (Miglior scenografo per un film in costumeMiglior scenografo per un film fantasy, Miglior scenografo per un film contemporaneo (introdotta dal 2000 in poi) possiamo stabilire quali sono i potenziali sfidanti di questa categoria per gli Oscar.

Basti pensare che su 4 edizioni (1996-2000) in cui non c’era ancora la suddivisione tra i tre generi, ben 3 volte il vincitore degli ADG Awards è stato confermato agli Oscar (Il Paziente Inglese, Titanic, Il mistero di Sleepy Hollow). Nelle successive 6 edizioni (2000-2005) in cui è stata introdotta la prima suddivisione (Periodic-Fantasy/Contemporaneo) la convergenza tra il verdetto dell’Art Directors Guild Award e quello degli Oscar è avvenuta 3 volte per un film periodic – fantasy (Moulin Rouge, Il Signore degli Anelli – Il ritorno del Re, Memorie di una Geisha). 

Infine nelle restanti 15 edizioni (2006-2021) in cui sono state nettamente separate le 3 categorie (Periodic/Fantasy/Contemporaneo) ben 11 volte il vincitore degli ADG Awards è stato confermato agli Oscar: 4 nella categoria Miglior scenografia per un film fantasy (Il labirinto del fauno, Avatar, Mad Max: Fury Road, Black Panther), 7 nella categoria Miglior scenografia per un film periodic (Il curioso caso di Benjamin Button, Hugo Cabret, Il grande Gatsby, Grand Budapest Hotel, The Shape of Water, C’era una volta a Hollywood, Mank) e 1 volta nella categoria Miglior scenografia per un film contemporaneo (La La Land). 

Particolarmente interessante risulta essere la 4a categoria quella della Miglior scenografia per un film d’animazione (introdotta nel 2018) con una buona convergenza tra i verdetti dei due premi dato che su 4 edizioni, 3 volte il film vincitore dell’ADG Award ha conquistato anche l‘Oscar (Coco, Toy Story 4, Soul).

Quest’anno alcune nominations sono state piuttosto prevedibili rispetto all’andamento della Stagione dei Premi come quelle nelle categorie Miglior Film d’Epoca e Miglior Film Fantasy laddove partono rispettivamente favoriti: il lavoro di Tamara Deverell per La Fiera delle illusioni (Nightmare Alley) dopo aver conquistato diversi riconoscimenti tra cui il San Francisco Film Critics Award e il DiscussingFilm Critic Award, e quello di Patrice Vermette per lo sci-fi Dune confermando il verdetto dei premi di diverse associazioni dei critici americani come la Washington DC Area Film Critics Association e la Georgia Film Critics Association.

Tra gli altri candidati si fa notare Adam Stockhausen che ha ottenuto una doppia candidatura: sia per la straordinaria scenografia dell’ultimo film di Wes Anderson, The French Dispatch che ha dalla sua parte i premi dei critici di Chicago, St. Louis, Londra North Dakota che per quella del nuovo adattamento di West Side Story firmato da Steven Spielberg che ha al suo attivo il New Mexico Film Critics Award e il Las Vegas Film Critics Society Award.

Tra gli esclusi a sorpresa spicca il film Belfast (nominato sia ai Critics Choice Awards che ai Satellite Awards) e la pellicola di Pablo Larrain, Spencer, che aveva ottenuto la candidatura non solo ai Satellite Awards ma anche agli Hollywood Critics Association Awards.

Ecco la lista di tutti i candidati agli ADG Awards 2022:

PERIOD FEATURE FILM
The French Dispatch Production Designer: Adam Stockhausen

Licorice Pizza Production Designer: Florencia Martin 

Nightmare Alley Production Designer: Tamara Deverell 

The Tragedy of Macbeth Production Designer: Stefan Dechant

West Side Story Production Designer: Adam Stockhausen

FANTASY FEATURE FILM
Cruella Production Designer: Fiona Crombie

Dune Production Designer: Patrice Vermette

Ghostbusters: Afterlife Production Designer: François Audouy 

The Green Knight Production Designer: Jade Healy 

Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings Production Designer: Sue Chan

CONTEMPORARY FEATURE FILM 

Candyman Production Designer: Cara Brower

Don’t Look Up Production Designer: Clayton Hartley

In the Heights Production Designer: Nelson Coates

The Lost Daughter Production Designer: Inbal Weinberg

No Time to Die Production Designer: Mark Tildesley

ANIMATED FEATURE FILM

Encanto Production Designers: Ian Gooding, Lorelay Bové

Luca Production Designer: Daniela Strijleva

The Mitchells vs. the Machines Production Designer: Lindsey Olivares

Raya and the Last Dragon Production Designers: Paul Felix, Mingjue Helen Chen, Cory Loftis

Sing 2 Art Director: Olivier Adam

FONTE: ADG Awards

APPROFONDIMENTO:

Awards Table 2021/2022: tutti i premi della stagione cinematografica

Oscar 2022: i favoriti per una nomination nella categoria Miglior Regia

Oscar 2022: le favorite per una nomination nella categoria Miglior Attrice

Oscar 2022: i favoriti per una nomination nella categoria Miglior Attore

Oscar 2022: le favorite per una nomination nella categoria Miglior Attrice non protagonista

Oscar 2022: i favoriti per una nomination nella categoria Miglior Attore non protagonista

Oscar 2022: i favoriti per una nomination nella categoria Miglior film d’animazione

Oscar 2022: i film favoriti nella categoria Miglior film internazionale

Oscar 2022: i doc favoriti nella categoria Miglior documentario