Annunciati i vincitori dei Phoenix Critics Circle Awards (da non confondere con i Phoenix Critics Society Awards) i premi con cui critici e giornalisti in collaborazione con la Phoenix Film Foundation eleggono annualmente le migliori produzioni e performance cinematografiche della stagione. I PCC Awards sono uno degli ultimi riconoscimenti assegnati dai Film Critics Association Awards durante la lunga Stagione dei Premi prima di approdare a quelli dei vari sindacati di categoria (all’appello manca solo il premio dei critici di Austin).

Nella storia di questo “giovane” premio su 6 edizioni (è stato creato nel 2014) 5 volte il vincitore della categoria Miglior film ha successivamente conquistato anche l’Oscar come Best Picture: 2014 (Birdman), 2015 (Spotlight), 2016 (Moonlight), 2017 (The Shape of Water), 2019 (Parasite).

Inoltre lo scorso anno 6 verdetti dei PCC Awards sono stati confermati agli Oscar: miglior film, miglior film straniero, miglior regia (Parasite), miglior colonna sonora (Joker), miglior film d’animazione (Toy Story 4) e miglior fotografia (1917).

Quest’anno a conquistare il “maggior” numero di premi è stato il film rivelazione dello scorso Sundance Film Festival, Minari di Lee Isaac Chung (candidato a 6 premi Oscar) che ha vinto non solo nelle categorie miglior film e miglior film straniero, ma anche in quella per la miglior attrice non protagonista, confermando You-Jung Youn (Yoon Yeo-jeong) come la favorita da battere dopo aver conquistato non solo la nomination a tutti premi chiave (ad eccezione dei Golden Globe) ma anche vinto un numero vertiginoso di premi tra quelli assegnati dalle associazioni dei critici americani tra cui il Boston Society of Film Critics Award, il Los Angeles Film Critics Association Award e il National Board of Review.

Segue con 2 premi la pellicola animata targata Disney/Pixar, Soul che ha vinto nelle categorie in cui già da tempo ha conquistato la leadership per gli Oscar: miglior film d’animazione e miglior colonna sonora.

Tra i verdetti interessanti si fa notare il premio assegnato a Kemp Powers per lo script di One Night in Miami di Regina King (ai Phoenix Critics Circle Awards non c’è una distinzione tra sceneggiatura originale e adattamento) che rafforza le sue chance per gli Oscar attestandolo come il principale rivale di Nomadland per la categoria Miglior sceneggiatura non originale.

Ecco la lista di tutti i vincitori dei Phoenix Critics Circle Awards:

FONTE: PCC

APPROFONDIMENTO:

Awards Table 2020/2021: tutti i premi della stagione cinematografica

Previsioni Oscar 2021: Miglior Film

Previsioni Oscar 2021: Miglior Attore

Previsioni Oscar 2021: Miglior Attrice

Previsioni Oscar 2021: Miglior Attore non protagonista

Previsioni Oscar 2021: Miglior Attrice non protagonista

Previsioni Oscar 2021: Miglior Film Internazionale