Con l’annuncio dei vincitori dei Critics Choice Awards e degli Hollywood Critics Awards, preceduti dai verdetti dei Golden Globe e dei Satellite Awards, unitamente all’assegnazione di più di 60 riconoscimenti da parte delle associazioni dei critici americani, si delineano con maggior chiarezza nuove previsioni rispetto a quelle che abbiamo elaborate nei mesi precedenti (Luglio, Ottobre, Dicembre) per quanto riguarda la Miglior attrice protagonista. Osservando l’andamento dell’Awards Season emerge il nome di Carey Mulligan per Promising Young Woman tallonata dalla due volte premio Oscar Frances McDormand per Nomadland.

A questo punto la vera incognita è scoprire come si comporrà la cinquina, in attesa di conoscere i vincitori dei SAG Awards che solitamente anticipano i verdetti agli Oscar nelle categorie attoriali.

Gradualmente il cerchio si stringe: dalle 15 potenziali candidate del mese di Luglio siamo passati alle 12 del mese di Ottobre, poi alle 10 del mese di Dicembre, e ora infine alle 8 attrici favorite per una candidatura agli Oscar nella categoria Best Actress in a Leading Role tra conferme, esclusioni e qualche interessante new entry…

Miglior attrice protagonista: quali sono le attrici favorite per la nomination agli Oscar 2021?

8. ZENDAYA (MALCOLM & MARIE)

Tra le possibili sorprese della cinquina spicca il nome di Zendaya per la sua interpretazione nel film targato Netflix Malcolm & Marie con cui ha ottenuto due preziose candidature: una agli Hollywood Critics Association Awards e l’altra ai Critics Choice Awards. Sicuramente un bottino esiguo per sperare di ottenere una nomination agli Oscar, ma il recente endorsement di alcuni suoi colleghi a sostegno della sua performance potrebbe aiutarla a fare breccia nel cuore dell’Academy.

Zendaya in a scene from “Malcolm & Marie.”

7. SOPHIA LOREN (THE LIFE AHEAD)

Diciamolo senza esitare: se l’Italia avesse scelto per la competizione del Miglior film internazionale la pellicola La vita davanti a sè di Edoardo Ponti (The Life Ahead), Sophia Loren avrebbe avuto molte più chance. Questo però non vuol dire che non ha speranze, dato la grande stima e ammirazione che l’Academy nutre per lei. Basti pensare che a settembre in occasione dell’inaugurazione dell’Academy Museum of Motion Pictures Sophia Loren riceverà il Visionary Award. Per quanto riguarda il suo percorso durante la Stagione dei Premi non ha particolarmente brillato conquistando una serie di premi onorari come l‘EDA Special Mention Award e ottenendo la nomination solo ai Satellite Awards e ai North Dakota Film Society Awards. In ogni caso, per quanto difficile, l’occasione di conquistare la 3a nomination agli Oscar della sua carriera (dopo averlo vinto 2 volte: la prima nel 62′ come miglior attrice protagonista per La ciociara, e la seconda nel 91′ quando le fu assegnato l’Oscar onorario alla carriera), è tutto sommato a portata di mano….

Previsioni Luglio: 15° posto su 15

Previsioni Ottobre: 8° posto su 12

Previsioni Dicembre: 9° posto su 10

6. AMY ADAMS (HILLBILLY ELEGY)

Partita come una delle potenziali favorite per la cinquina sull’onda della forte aspettativa verso l’ultimo film di Ron Howard, Hillbilly Elegy, la 6 volte candidata agli Oscar Amy Adams ha visto le sue chance ridimensionarsi a poco poco: prima a causa di una serie di polemiche innescate da uno script farraginoso e da considerazioni di stampo politico che hanno investito il film finendo per oscurare la sua interpretazione e poi con l’indifferenza delle associazioni dei critici americani che l’hanno esclusa da tutti i premi possibili. In tal senso è riuscita a conquistare solo il 2° posto ai Sunset Film Circle Awards ma come miglior supporter. Fortunamente i colleghi del sindacato degli attori hanno dimostrato ancora una volta di sostenerla consentendole di conquistare una preziosa candidatura ai SAG Awards. Basterà?

Previsioni Luglio: 4° posto su 15

Previsioni Ottobre: 3° posto su 12

Previsioni Dicembre: 8° posto su 10

5. VANESSA KIRBY (PIECES OF A WOMAN)

Con la Coppa Volpi conquistata come miglior attrice all’ultimo Festival di Venezia per la sua incredibile interpretazione nello struggente dramma Pieces of a Woman, Vanessa Kirby è stata catapultata nell’Awards Season riuscendo a collezionare la nomination in tutti i premi chiave: dai Satellite Award agli Hollywood Critics Association Film Award, dai Golden Globe fino ai SAG Award e ai Critics’ Choice Award. Di conseguenza la sua candidatura dovrebbe essere “automatica”, considerando che insieme alla McDormand sono state le uniche di questa shortlist ad ottenere la nomination ai BAFTA. L’unico ostacolo da non sottovalutare è il fatto che abbia vinto solo un riconoscimento nella Stagione dei Premi americana e cioè il New Mexico Film Critics Association Award oltre al 2° posto agli Online Association of Female Film Critics Awards

Previsioni Luglio: ASSENTE

Previsioni Ottobre: 4° posto su 12

Previsioni Dicembre: 2° posto su 10

4. ANDRA DAY (THE UNITED STATES VS BILLIE HOLIDAY)

Anche se per molti la cantante e compositrice Andra Day è diventata una candidata forte con la vittoria a sorpresa ai Golden Globe, noi ne avevamo già parlato nelle previsioni di Ottobre e di Dicembre, soprattutto dopo la diffusione dei primi screen del film che avevano letteralmente entusiasmato la critica americana per la sua viscerale prova nel biopic sulla leggendaria Billie Holiday nel film The United of States vs. Billie Holiday di Lee Daniels. Per quanto riguarda il suo percorso durante l’Awards Season può vantare solo una nomination ai Critics Choice Awards e l’African American Film Critics Association Award e il Golden Globe vinti come miglior attrice drammatica, oltre ad una serie di premi onorari come il Virtuosos Award (Santa Barbara Film Festival), il Palm Springs International Film Award (miglior attrice rivelazione) e il Miami Film Festival (miglior attrice). La sua assenza da tutti i premi della critica americana potrebbe essere giustificata dal fatto che il film è stato distribuito 4 mesi dopo l’inizio effettivo dell’Awards Season.

Previsioni Luglio: ASSENTE

Previsioni Ottobre: 12° posto su 12

Previsioni Dicembre: 5° posto su 10

3. VIOLA DAVIS (MA RAINEY’S BLACK BOTTOM)

La 4a nomination della sua carriera (la seconda come protagonista) è sempre stata una certezza fin dall’inizio ufficiale dell’Awards Season, posizionandosi sul podio subito dopo la distribuzione del film sulla piattaforma Netflix. A tal proposito Viola Davis, protagonista dell’adattamento cinematografico della piece teatrale di August Wilson, Ma Rainey’s Black Bottom, in cui interpreta una diva del blues, ispirata alla figura di Ma Gertrude Rainey, ha la strada spianata per la candidatura. In tal senso il forte apprezzamento della critica americana le ha conentito finora di conquistare numerosissime candidature e vincere alcuni premi tra cui il Chicago Indie Critics Award, il Philadelphia Film Critics Circle Award, il Black Film Critics Circle Award, arrivando poi al 2° posto a due prestigiosi riconoscimenti come il Los Angeles Film Critics Association Award e il National Society of Film Critics Award

Previsioni Luglio: 8° posto su 15

Previsioni Ottobre: 1° posto su 12

Previsioni Dicembre: 1° posto su 10

2. FRANCES MCDORMAND (NOMADLAND)

Fin dalle primissime previsioni del mese di Luglio, la due volte premio Oscar Frances McDormand è sempre stata considerata una potenziale nominata, certezza che è cresciuta di pari passo al successo del film che la vede protagonista, il plurirpremiato Nomadland, per il quale ha conquistato per il momento il maggior numero di premi come Miglior attrice (ne abbiamo contati 24) tra cui il Chicago Film Critics Association Award, il prestigioso National Society of Film Critics Award, il London Critics’ Circle Film Award e il Satellite Award. Per la McDormand si tratterebbe della 6a nomination agli Oscar della sua carriera, dopo aver conquistato la statuetta due volte: nel 1997 per Fargo, nel 2018 per Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

Previsioni Luglio: 3° posto su 15

Previsioni Ottobre: 2° posto su 12

Previsioni Dicembre: 3° posto su 10

  1. CAREY MULLIGAN (PROMISING YOUNG WOMAN)

Particolarmente interessante è il percorso di Carey Mulligan nell’Awards Season di quest’anno: partita in sordina, premio dopo premio, è riuscita a conquistare la critica americana ottenendo la candidatura a tutti i premi chiave e vincendo numerosi riconoscimenti tra cui il Los Angeles Film Critics Association Award, il National Board of Review, l’Hollywood Critics Association Award e il Critics Choice Award. Complice la sua apprezzata performance nella sorprendente opera prima di Emerald Fennell, Promising Young Woman, in cui interpreta un personaggio molto diverso da quelli finora interpretati dato che si trasforma in una donna spietata e vendicativa per esorcizzare un tragico evento del passato. Per la Mulligan si tratterebbe della sua seconda nomination agli Oscar dopo quella ottenuta per il film An Education con cui vinse nel 2010 un prezioso BAFTA

Previsioni Luglio: ASSENTE

Previsioni Ottobre: 9° posto su 12

Previsioni Dicembre: 4° posto su 10

Oscar 2021: i favoriti per una nomination nella categoria Miglior Regia

Oscar 2021: le favorite per una nomination nella categoria Miglior Attrice

Oscar 2021: i favoriti per una nomination nella categoria Miglior Attore

Oscar 2021: le favorite per una nomination nella categoria Miglior Attrice non protagonista

Oscar 2021: i favoriti per una nomination nella categoria Miglior Attore non protagonista

Oscar 2021: i film favoriti nella categoria Miglior film d’animazione

Oscar 2021: i film favoriti nella categoria Miglior film internazionale

Oscar 2021: i film favoriti nelle categorie tecniche