Annunciate le attesissime candidature della 25esima edizione dei Critics’ Choice Awards, i premi per il cinema e la tv assegnati dal 1996 dalla Broadcast Film Critics Association (BFCA), formata circa 250 critici cinematografici appartenenti alle principali testate giornalistiche statunitensi, operanti nel mondo della televisione, della radio, della carta stampata e su internet

criticschoiceassociation

Nel corso degli anni questo premio si è rivelato una vera e propria anticamera degli Oscar, nonostante siano ancora molti a considerare i Golden Globe i veri precursori delle scelte future degli Academy Awards. A conferma di questa tesi c’è un dato statistico. Ebbene su 24 edizioni il miglior film dei Critics’ Choice Awards ha trionfato poi successivamente agli Oscar ben 13 volte: American Beauty, Il gladiatore, A beautiful Mind, Chicago, The Departed, Non è un paese per vecchi, The Millionaire, The Hurt Locker, The Artist, Argo, 12 anni schiavo, Il caso Spotlight, The Shape of Water. Su questa lunghezza d’onda basti pensare che lo scorso anno ben 11 verdetti dei Critics’ Choice Awards su un totale di 18 categorie simili a quelle degli Academy Awards sono stati confermati agli Oscar: (canzone, attore non protagonista, attrice non protagonista, fotografia, regia, scenografia, costumi, trucco e parrucco, film straniero, film d’animazione, attrice).

lead_720_405

Quest’anno il film che ha ottenuto il maggior numero di nomination (14) è la pluripremiata pellicola di Martin Scorsese, The Irishman che sta letteralmente dominando l’Award Season attestandosi come il candidato più forte per gli Oscars 2020 e che ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior attore, miglior attore non protagonista (sia Al Pacino che Joe Pesci), miglior adattamento, miglior fotografia, miglior montaggio, miglior cast, miglior scenografia, migliori costumi, miglior trucco, migliori effetti speciali visivi, miglior colonna sonora).

C'era una volta a Hollywood

Segue con 12 nomination un altro titolo di punta dell’Award Season, C’era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino che si attesta come una delle pellicole più candidate della stagione dei premi dato che ha collezionato anche 11 nominations agli Hollywood Critics Association Awards e 7 nominations ai Satellite Awards. Per i Critics’ Choice Awards ha ottenuto le candidature nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior attore, miglior attore non protagonista, miglior giovane attrice, miglior cast, miglior sceneggiatura, miglior fotografia, miglior scenografia, miglior montaggio, miglior costumi, miglior trucco e parrucco.

arton150321-19f5d

Con 9 nominations si riscatta uno dei film più attesi della stagione ma abbastanza penalizzato dai recenti premi assegnati dalle associazioni dei critici americani. Stiamo parlando del 7° adattamento cinematografico del grande classico Piccole Donne diretto dalla regista candidata all’Oscar Greta Gerwig. La pellicola ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior attrice, miglior attrice non protagonista, miglior cast, miglior adattamento, miglior scenografia, miglior costumi, miglior colonna sonora.

Marriage-Story_3_WEB.jpg

Seguono con 8 candidature a testa due film chiave dell’Award Season: Marriage Story di Noah Baumbach che ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior attore, miglior attrice, miglior attrice non protagonista, miglior sceneggiatura, miglior cast, miglior colonna sonora, e il dramma bellico di Sam Mendes, 1917, incentrato sulla celebre battaglia di Passchendaele nelle Fiandre occidentali durante la Prima Guerra Mondiale, che ha ottenuto la candidatura nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior fotografia, miglior scenografia, miglior montaggio, miglior effetti speciali visivi, miglior action movie, miglior colonna sonora.

1917-George-MacKay-film

ITALIA

Con la mancata nomination ai Critics’ Choice Awards continuano a diminuire le chance per l’Italia di conquistare una candidatura agli Oscar 2020 nella categoria Miglior film internazionale data l’assenza (per ora) del film Il traditore dalla lista dei vincitori e dei nominati dei vari premi assegnati dalle associazioni dei critici americani.

Ecco la lista di tutte le nominations dei Critic’s Choice Awards 2020:

FONTE:criticschoice.com