Dopo i New York Film Critics Circle Awards che hanno designato The Irishman di Martin Scorsese quale miglior film dell’anno, è la volta dei loro colleghi on line, giornalisti e critici cinematografici dei portali web, che ogni anno assegnano i New York Film Critics Online Awards ai migliori film e alle migliori interpretazioni dell’anno. Il loro giudizio non ha un peso determinante sull’Award Season dato che su 18 edizioni (il premio è stato inaugurato nel 2001) il vincitore del New York Film Critics Online Award come miglior film è stato confermato agli Oscar solo 6 volte: (Chicago, The millionaire, The Artist, 12 anni schiavo, Spotlight, Moonlight). Eppure i loro verdetti risultano comunque interessanti per capire l’andamento dell’Award Season.

NYFCO

A tal proposito nella scorsa edizione solo 4 verdetti decretati dai critici on line di New York sono stati poi confermati agli Oscar: miglior film d’animazione (Spider-Man: Into the Spider-Verse), miglior attrice non protagonista (Regina King, Se la strada potesse parlare), miglior regia e miglior fotografia (Alfonso Cuaron, Roma).

Parasite

In ogni caso quest’anno a vincere il maggior numero di riconoscimenti è stato il capolavoro di Bong Joon – ho, Parasite conquistando 3 premi nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura. Un verdetto in linea con la forte attenzione da parte della critica americana verso questo meraviglioso film sud-coreano destinato a dominare l’Award Season al punto da essere considerato favorito agli Oscar non solo nella blindatissima categoria Miglior Film Internazionale ma anche in quelle per la miglior sceneggiatura e miglior regia. Su questa lunghezza attualmente ha all’attivo 4 Atlanta Film Critics Circle Award (miglior film, miglior film straniero, miglior regia, miglior sceneggiatura) il National Board of Reviewe il New York Film Critics Circle Award vinto come miglior film straniero.

Joe Pesci The Irishman

Tra i premiati spicca il vincitore della categoria Miglior attore non protagonista: Joe Pesci per la sua straordinaria interpretazione nella pluripremiata pellicola di Martin Scorsese, The Irishman, in cui interpreta Russell Bufalino. Sono passati ben 28 anni dall’Oscar vinto come supporter per il cult movie Quei Bravi Ragazzi, da allora Joe Pesci non è mai riuscito a conquistare la 3a nomination della sua carriera (la prima è arrivata nel 1981 con un film sempre di Scorsese Toro Scatenato).

joe pesci

Quest’anno potrebbe essere l’anno giusto! Questo premio infatti conferma il suo forte trend in chiave award season dopo aver già vinto il New York Film Critics Circle Award assegnato dai colleghi della carta stampata. A cui si aggiunge la nomination conquistata agli Hollywood Critics Association Awards, ai Satellite Awards, ai Detroit Film Critics Circle Awards, ai San Diego Film Critics Society Awards. In siffatto contesto Pesci è entrato ufficilamente nella oscar race e attualmente si configura come il rivale numero uno per Brad Pitt che per la sua interpretazione in C’era una volta a Hollywood parte come il grande favorito per la categoria supporter ai prossimi Oscar.

Ecco la lista di tutti i vincitori dei New York Film Critics Online Awards 2019:

FONTE: NYFCO