Con i Gotham Independent Film Awards inizia parzialmente l’Award Season, dato che tale riconoscimento tende a premiare solo i film indipendenti escludendo quelli prodotti dalle grandi major che aspettano i verdetti dei National Board of Review che sono attualmente considerati la vera “partenza” verso gli Academy Awards anche se in questi giorni sono stati già annunciati anticipitamente rispetto agli anni scorsi i vincitori degli Hollywood Film Awards.

press-gotham-thumb-500x375

 

Nella storia di questo premio su 15 edizioni 4 volte il vincitore del miglior film ha conquistato poi anche l’Oscar: The Hurt Locker (2009), Birdman (2013), Spotlight (2015) e Moonlight (2016). Anche se il risultato di tale premio influisce in minima parte sull’andamento dell’Award Season le relative nomination ci consentono di capire quali film indipendenti possano ambire agli Oscars 2020. Su questa lunghezza d’onda basti pensare che ben 9 vincitori del Gotham Award come Best Feature hanno poi conquistato la nomination agli Oscar come miglior film: Sideways, Truman Capote: A sangue freddo, The Hurt Locker, Un gelido inverno, The Tree of Life, Birdman, Spotlight, Moonlight, Chiamami col tuo nome.

Gotham Independent Film Awards

Le categorie dei Gotham sono 7: miglior film, miglior documentario, miglior regista emergente, miglior sceneggiatura, miglior attrice, miglior attore, miglior interprete esordiente. Senza dimenticare lo Special Jury Award al miglior cast assegnato nelle settimane precedenti alla cerimonia di premiazione, l’Audience Award (il premio del pubblico), il Made in NY Award e i 2 premi assegnati alle prime produzioni televisive indipendenti (Breakthrough Series Long Form e Short Form)

Quest’anno i film che hanno conquistato il maggior numero di nomination (3) sono 4:

Adam driver oscar 2020

1-Marriage Story di Noah Baumbach, presentato con successo all’ultimo Festival di Venezia, già vincitore dell’Hollywood Film Award per la miglior colonna sonora e piazzatosi 2° (first front-runner) al Toronto International Film Festival. Ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior sceneggiatura, miglior attore (Adam Driver).

the farewell film

2-The Farewell – Una bugia buona della regista Lulu Wang, recentemente presentato alla Festa del Cinema di Roma, dopo aver vinto alcuni riconoscimenti importanti come il premio del pubblico all’Atlanta Film Festival, al Cinetopia Film Festival e al Los Angeles Asian Pacific Film Festival. Ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior sceneggiatura, miglior attrice (Awkwafina).

Uncut Gems

3-Uncut Gems dei fratelli Safdie con protagonista Adam Sandler nei panni di un carismatico gioielliere di New York alla ricerca del suo riscatto personale. Ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior attrice esordiente (Julia Fox), miglior attore (Adam Sandler).

The Last Black Man in San Francisco

Il quarto film è una delle sorprese di queste candidature: stiamo parlando del nostalgico e toccante The Last Black Man in San Francisco di Joe Talbot che ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior regista esordiente, miglior attore emergente, miglior sceneggiatura.

Seguono con 2 significative nominations ben 3 film:

waves-movie-four

1-Waves diretto da Trey Edward Sults, presentato con successo all’ultimo Telluride Film Festival dove ha ottenuto il plauso della critica americana. Ambientato nel vivace paesaggio della Florida del sud, ripercorre l’epico viaggio emotivo di una famiglia afroamericana suburbana mentre i suoi componenti attraversano l’amore, il perdono e il ritrovarsi all’indomani di una perdita. Ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film e miglior attore rivelazione (Taylor Russell).

Clemency (Alfre Woodard)

2-Clemency diretto da Chinonye Chukwu, presentato con successo all’ultimo Sundance Film Festival dove ha vinto il Gran Premio della Giuria, ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior attrice (Alfre Woodard) e miglior attore (Aldis Hodge).

Midsommar-trailer

3-Midsommar – Il villaggio dei dannati, l’horror d’autore di Ari Aster che si è aggiudicato la candidatura nelle categorie: miglior sceneggiatura e miglior attrice (Florence Pugh).

SNOBBATI

A sorpresa tra gli esclusi spiccano due titoli che sembravano avere tutte le carte in regola per dominare queste nomination: The Lighthouse e Booksmart. Il primo poteva vantare il prestigioso premio FIPRESCI vinto durante l’ultima edizione del Festival di Cannes ma si è dovuto accontentare “solo” della nomination per il miglior attore (Willem Dafoe).

Willem Dafoe Oscars 2020

Il secondo Booksmart (tradotto banalmente in Italia con il titolo La rivincita delle sfigate) ha conquistato solamente la candidatura per il miglior esordio dietro la macchina da presa, confermando il verdetto degli Hollywood Film Awards che hanno recentemente conferito a Olivia Wilde l’Hollywood Breakthrough Award.

booksmart film

Per conoscere i vincitori appuntamento al 2 dicembre, serata nella quale verranno assegnati anche i Gotham Independent Film Awards onorari tra cui quello alla regista Ava DuVernay, al premio Oscar Samuel Rockwell, all’attrice Laura Dern e al produttore Glen Basner

Ecco tutte le nomination ai Gotham Independent Film Awards 2019:

Best Feature

The Farewell
Lulu Wang, director; Daniele Melia, Marc Turtletaub, Peter Saraf, Andrew Miano, Chris Weitz, Jane Zheng, Lulu Wang, Anita Gou, producers (A24)

Hustlers
Lorene Scafaria, director; Jessica Elbaum, Elaine Goldsmith-Thomas, Jennifer Lopez, Benny Medina, Will Ferrell, Adam McKay, producers (STXfilms)

Marriage Story
Noah Baumbach, director; Noah Baumbach, David Heyman, producers (Netflix)

Uncut Gems
Josh Safdie, Benny Safdie, directors; Scott Rudin, Eli Bush, Sebastian Bear McClard, producers (A24)

Waves
Trey Edward Shults, director; James Wilson, Kevin Turen, Trey Edward Shults, producers (A24)

Best Documentary

American Factory
Steven Bognar, Julia Reichert, directors; Steven Bognar, Julia Reichert, Jeff Reichert, Julie Parker Benello, producers (Netflix)

Apollo 11
Todd Douglas Miller, director; Todd Douglas Miller, Thomas Baxley Petersen, Evan Krauss, producers (NEON and CNN Films)

The Edge of Democracy
Petra Costa, director; Petra Costa, Tiago Pavan, Joanna Natasegara, Shane Boris, producers (Netflix)

Midnight Traveler
Hassan Fazili, director; Emelie Mahdavian, Su Kim, producers (Oscilloscope Laboratories)

One Child Nation
Nanfu Wang, Jialing Zhang, directors; Nanfu Wang, Jialing Zhang, Christoph Jörg, Julie Goldman, Christopher Clements, Carolyn Hepburn, producers (Amazon Studios)

Bingham Ray Breakthrough Director Award

Laure De Clermont-Tonnerre for The Mustang (Focus Features)
Kent Jones for Diane (IFC Films)
Joe Talbot for The Last Black Man in San Francisco (A24)
Olivia Wilde for Booksmart (United Artists Releasing)
Phillip Youmans for Burning Cane (ARRAY Releasing)

Best Screenplay

The Farewell, Lulu Wang (A24)
High Flying Bird, Tarell Alvin McCraney (Netflix)
The Last Black Man in San Francisco, Jimmie Fails, Joe Talbot, Rob Richert (A24)
Marriage Story, Noah Baumbach (Netflix)
Midsommar, Ari Aster (A24)

Best Actor

Willem Dafoe in The Lighthouse (A24)
Adam Driver in Marriage Story (Netflix)
Aldis Hodge in Clemency (NEON)
André Holland in High Flying Bird (Netflix)
Adam Sandler in Uncut Gems (A24)

Best Actress

Awkwafina in The Farewell (A24)
Elisabeth Moss in Her Smell (Gunpowder & Sky)
Mary Kay Place in Diane (IFC Films)
Florence Pugh in Midsommar (A24)
Alfre Woodard in Clemency (NEON)

Breakthrough Actor

Julia Fox in Uncut Gems (A24)
Aisling Franciosi in The Nightingale (IFC Films)
Chris Galust in Give Me Liberty (Music Box Films)
Noah Jupe in Honey Boy (Amazon Studios)
Jonathan Majors in The Last Black Man in San Francisco (A24)
Taylor Russell in Waves (A24)

Breakthrough Series – Long Format (over 40 minutes)

Chernobyl, Craig Mazin, creator; Craig Mazin, Carolyn Strauss, Jane Featherstone, executive producers (HBO)

David Makes Man, Tarell Alvin McCraney, creator; Mike Kelley, Melissa Loy, Tarell Alvin McCraney, Denitria Harris-Lawrence, Michael B. Jordan, Oprah Winfrey, executive producers (OWN: Oprah Winfrey Network)

My Brilliant Friend, Saverio Costanzo, creator; Domenico Procacci, Mario Gianani, Guido De Laurentiis, Elena Recchia, Jennifer Schuur, Paolo Sorrentino, executive producers (HBO)

Unbelievable, Susannah Grant, Sarah Timberman, Carl Beverly, Lisa Cholodenko, Ayelet Waldman & Michael Chabon, Katie Couric, Richard Tofel, Neil Barsky, Robyn Semien, Marie, executive producers (Netflix)

When They See Us, Ava DuVernay, creator; Jeff Skoll, Jonathan King, Jane Rosenthal, Robert De Niro, Berry Welsh, Oprah Winfrey, Ava DuVernay, executive producers (Netflix)

Breakthrough Series – Short Format (under 40 minutes)

PEN15, Maya Erskine, Anna Konkle, Sam Zvibleman, creators; Anna Konkle, Sam Zvibleman, Debbie Liebling, Gabe Liedman, Marc Provissiero, Brooke Pobjoy, Andy Samberg, Jorma Taccone, Akiva Schaffer, Becky Sloviter, Shelley Zimmerman, Brin Lukens, Jordan Levin, executive producers (Hulu)

Ramy, Ramy Youssef, Ari Katcher, Ryan Welch, creators; Ramy Youssef, Jerrod Carmichael, Ravi Nandan, Bridget Bedard, Ari Katcher, Ryan Welch, executive producers (Hulu)

Russian Doll, Natasha Lyonne, Leslye Headland, Amy Poehler, creators; Natasha Lyonne, Leslye Headland, Amy Poehler, Dave Becky, Tony Hernandez, Lilly Burns, Allison Silverman, executive producers (Netflix)

Tuca & Bertie, Lisa Hanawalt, creator; Lisa Hanawalt, Raphael Bob-Waksberg, Noel Bright, Steven A. Cohen, Tiffany Haddish, Ali Wong, executive producers (Netflix)

Undone, Kate Purdy, Raphael Bob-Waksberg, creators; Kate Purdy, Raphael Bob-Waksberg, Noel Bright, Steven A. Cohen, Tommy Pallotta, executive producers (Amazon Prime Video)