Annunciate le nominations ai Critics’ Choice Movie Awards, i riconoscimenti cinematografici assegnati dal 1996 dalla Broadcast Film Critics Association (BFCA), formata circa 250 critici cinematografici appartenenti alle principali testate giornalistiche statunitensi, operanti nel mondo della televisione, della radio, della carta stampata e su internet

Critics-Choice-Awards-logo

 

Nonostante siano molti a considerare i Golden Globe la vera anticamera degli Oscar, non tutti sanno che per ben 12 volte su 22 edizioni il miglior film dei Critics’ Choice Movie Awards ha trionfato agli Oscar: American Beauty, Il gladiatore, A beautiful Mind, Chicago, The Departed, Non è un paese per vecchi, The Millionaire, The Hurt Locker, The Artist, Argo, 12 anni schiavo, Il caso Spotlight.

casey-affleck-in-manchester-by-the-sea-trailer

22nd+Annual+Critics+Choice+Awards+Roaming+B3apYYciHXJx

Dopo aver vinto il Leone d’Oro all’ultimo Festival di Venezia, The Shape of Water (La forma dell’acqua) è entrato di fatto nell’Award Season trainato dai 3 premi vinti ai Los Angeles Film Critics Association Awards tra cui miglior regia, miglior fotografia e miglior attrice (Sally Hawkins). Inoltre la pellicola di Del Toro ha conquistato anche 10 nomination ai Satellite Awards, attestandosi come uno dei film dei favoriti per gli Oscar 2018.

A conferma del fatto che questa Award Season sta mostrando tutto il suo lato imprevedibile (dato che rispetto agli altri anni i verdetti possibili non sono così chiari) ci sono ben 4 film che hanno conquistato 8 nomination e che di fatto si pongono come i principali avversari di The Shape of Water per la Notte degli Oscar:

call-me-by-your-name-poster-1

Il primo è quello più premiato fino ad ora e cioè Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino che ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior attore, 2 miglior attore non protagonista, miglior adattamento, miglior fotografia, miglior canzone. La pellicola del regista italiano ha finora ottenuto 2 Gotham Awards (miglior attore rivelazione e miglior film), 1 Hollywood Film Awards alla migliore promessa attoriale (Timothée Chalamet) 3 Los Angeles Film Critics Association Awards (miglior film, miglior regia, miglior attore), 1 New York Film Critics Circle Award (miglior attore), il premio come rivelazione dell’anno ai National Board of Review, oltre ad aver conquistato 3 nomination ai Satellite Awards e 6 nomination agli Independent Spirit Awards.

new york film critics cicrle awards 2018

Il secondo film è l’opera prima di Greta Gerwig, considerata la rivelazione dell’anno, e cioè Lady Bird che ha conquistato la nomination nelle categorie: miglior film, miglior regia, miglior attrice, miglior attrice non protagonista, miglior cast, miglior sceneggiatura, miglior commedia, miglior attrice comica. Per questo film la protagonista Saoirse Ronan ha vinto il New York Film Critics Cirlce Award e il Gotham Awards ponendosi di fatto come una delle favorite agli Oscar nella categoria Lead Actress, come del resto anche la sua supporter Laurie Metcalf che ha conquistato sia il Los Angeles Film Critics Association Awards che il National Board of Review.

Seguono con 8 nomination anche i film The Post di Steven Spielberg che ha finora ottenuto 3 National Board of Review (miglior film, miglior attrice, miglior attore) Dunkirk di Cristopher Nolan che ha collezionato 10 nomination ai Satellite Awards.

SNOBBATI

 

Tra le delusioni sorprende l’esclusione di uno degli attori supporter del dramma bellico Dunkirk come il premio Oscar Mark Rylance, come anche quella di Ben Mendelsohn per Darkest Hour o come pure quella per il suo regista Joe Wright che di fatto perde terreno per una possibile candidatura agli Oscar nella categoria migliore regia. Per non parlare dell’assenza ingiustificata della supporter Kristin Scott-Thomas esclusa dalla categoria miglior attrice non protagonista, nonostante la sua meravigliosa performance nei panni della moglie di Winston Curchill. La tiepida accoglienza della critica al biopic Darkest Hour (L’ora più buia) sta influenzando l’andamento del film durante l’Award Season, infatti ha conquistato solo 4 nomination ai Critics Choice Movie Awards.

Delusione anche Paul Thomas Anderson per Phantom Threads escluso dalla rosa dei candidati per la miglior sceneggiatura nonostante avesse dalla sua parte i critici di New York e vinto il National Board of Review. Per questo film dispiace anche l’assenza di Lesley Manville nella categoria miglior attrice non protagonista. Infine nella categoria miglior film d’animazione è stato snobbato Baby Boss che invece aveva ottenuto 6 nomination agli Annie Awards.

 

 

Sorpresa nella categoria miglior film straniero laddove sono stati esclusi il film russo Loveless nonostante avesse vinto il Los Angeles Film Critics Association Award e l’israeliano Foxtrot che aveva ottenuto il National Board of Review. Confermati gli altri favoriti per una candidatura agli Oscar tra cui 120 battiti al minuto (Francia), The Square (Svezia) e Per primo hanno ucciso mio padre (Cambogia). 

ITALIA

Anche se per il nostro Paese continuano a diminuire le chance per una candidatura agli Oscar 2018 nella categoria miglior film straniero (nonostante l’incoraggiante nomination a Jonas Carpignano come miglior regista agli Independent Film Awards per il film A ciambra) le speranze dell’Italia sono racchiuse non solo in Luca Guadagnino, regista di uno dei film favoriti agli Oscar e cioè Chiamami col tuo nome, ma anche nel lavoro di Dario Marianelli che ha ottenuto una nomination per la miglior colonna sonora del biopic Darkest Hour. Ricordiamo che con questa pellicola il compositore italiano può aspirare alla sua quarta nomination all’Oscar dopo averlo vinto nel 2008 per Espiazione e aver ottenuto altre 2 nomination, una per Orgoglio e Pregiudizio e l’altra per Anna Karenina.

Ecco la lista di tutte le nomination ai Critic’s Choice Movie Awards categoria per categoria:

BEST PICTURE
The Big Sick
Call Me by Your Name
Darkest Hour
Dunkirk
The Florida Project
Get Out
Lady Bird
The Post
The Shape of Water
Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

BEST ACTOR
Timothée Chalamet – Call Me by Your Name
James Franco – The Disaster Artist
Jake Gyllenhaal – Stronger
Tom Hanks – The Post
Daniel Kaluuya – Get Out
Daniel Day-Lewis – Phantom Thread
Gary Oldman – Darkest Hour

BEST ACTRESS
Jessica Chastain – Molly’s Game
Sally Hawkins – The Shape of Water
Frances McDormand – Three Billboards Outside Ebbing, Missouri
Margot Robbie – I, Tonya
Saoirse Ronan – Lady Bird
Meryl Streep – The Post

BEST SUPPORTING ACTOR
Willem Dafoe – The Florida Project
Armie Hammer – Call Me by Your Name
Richard Jenkins – The Shape of Water
Sam Rockwell – Three Billboards Outside Ebbing, Missouri
Patrick Stewart – Logan
Michael Stuhlbarg – Call Me by Your Name

BEST SUPPORTING ACTRESS
Mary J. Blige – Mudbound
Hong Chau – Downsizing
Tiffany Haddish – Girls Trip
Holly Hunter – The Big Sick
Allison Janney – I, Tonya
Laurie Metcalf – Lady Bird
Octavia Spencer – The Shape of Water

BEST YOUNG ACTOR/ACTRESS
Mckenna Grace – Gifted
Dafne Keen – Logan
Brooklynn Prince – The Florida Project
Millicent Simmonds – Wonderstruck
Jacob Tremblay – Wonder

BEST ACTING ENSEMBLE
Dunkirk
Lady Bird
Mudbound
The Post
Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

BEST DIRECTOR
Guillermo del Toro – The Shape of Water
Greta Gerwig – Lady Bird
Martin McDonagh – Three Billboards Outside Ebbing, Missouri
Christopher Nolan – Dunkirk
Luca Guadagnino – Call Me By Your Name
Jordan Peele – Get Out
Steven Spielberg – The Post

BEST ORIGINAL SCREENPLAY
Guillermo del Toro and Vanessa Taylor – The Shape of Water
Greta Gerwig – Lady Bird
Emily V. Gordon and Kumail Nanjiani – The Big Sick
Liz Hannah and Josh Singer – The Post
Martin McDonagh – Three Billboards Outside Ebbing, Missouri
Jordan Peele – Get Out

BEST ADAPTED SCREENPLAY
James Ivory – Call Me by Your Name
Scott Neustadter and Michael H. Weber – The Disaster Artist
Dee Rees and Virgil Williams – Mudbound
Aaron Sorkin – Molly’s Game
Jack Thorne, Steve Conrad, Stephen Chbosky – Wonder

BEST CINEMATOGRAPHY
Roger Deakins – Blade Runner 2049
Hoyte van Hoytema – Dunkirk
Dan Laustsen – The Shape of Water
Rachel Morrison – Mudbound
Sayombhu Mukdeeprom – Call Me By Your Name

BEST PRODUCTION DESIGN
Paul Denham Austerberry, Shane Vieau, Jeff Melvin – The Shape of Water
Jim Clay, Rebecca Alleway – Murder on the Orient Express
Nathan Crowley, Gary Fettis – Dunkirk
Dennis Gassner, Alessandra Querzola – Blade Runner 2049
Sarah Greenwood, Katie Spencer – Beauty and the Beast
Mark Tildesley, Véronique Melery – Phantom Thread

BEST EDITING
Michael Kahn, Sarah Broshar – The Post
Paul Machliss, Jonathan Amos – Baby Driver
Lee Smith – Dunkirk
Joe Walker – Blade Runner 2049
Sidney Wolinsky – The Shape of Water

BEST COSTUME DESIGN
Renée April – Blade Runner 2049
Mark Bridges – Phantom Thread
Jacqueline Durran – Beauty and the Beast
Lindy Hemming – Wonder Woman
Luis Sequeira – The Shape of Water

BEST HAIR AND MAKEUP
Beauty and the Beast
Darkest Hour
I, Tonya
The Shape of Water
Wonder

BEST VISUAL EFFECTS
Blade Runner 2049
Dunkirk
The Shape of Water
Thor: Ragnarok
War for the Planet of the Apes
Wonder Woman

BEST ANIMATED FEATURE
The Breadwinner
Coco
Despicable Me 3
The LEGO Batman Movie
Loving Vincent

BEST ACTION MOVIE
Baby Driver
Logan
Thor: Ragnarok
War for the Planet of the Apes
Wonder Woman

BEST COMEDY
The Big Sick
The Disaster Artist
Girls Trip
I, Tonya
Lady Bird

BEST ACTOR IN A COMEDY
Steve Carell – Battle of the Sexes
James Franco – The Disaster Artist
Chris Hemsworth – Thor: Ragnarok
Kumail Nanjiani – The Big Sick
Adam Sandler – The Meyerowitz Stories (New and Selected)

BEST ACTRESS IN A COMEDY
Tiffany Haddish – Girls Trip
Zoe Kazan – The Big Sick
Margot Robbie – I, Tonya
Saoirse Ronan – Lady Bird
Emma Stone – Battle of the Sexes

BEST SCI-FI OR HORROR MOVIE
Blade Runner 2049
Get Out
It
The Shape of Water

BEST FOREIGN LANGUAGE FILM
BPM (Beats Per Minute)
A Fantastic Woman
First They Killed My Father
In the Fade
The Square
Thelma

BEST SONG
Evermore – Beauty and the Beast
Mystery of Love – Call Me by Your Name
Remember Me – Coco
Stand Up for Something – Marshall
This Is Me – The Greatest Showman

BEST SCORE
Alexandre Desplat – The Shape of Water
Jonny Greenwood – Phantom Thread
Dario Marianelli – Darkest Hour
Benjamin Wallfisch and Hans Zimmer – Blade Runner 2049
John Williams – The Post
Hans Zimmer – Dunkirk