I critici di San Diego hanno eletto Hell or High Water come uno film rivelazione dell’anno, attribuendogli ben 6 premi: miglior film, miglior regia (David Mackenzie), miglior attore non protagonista (Ben Foster), miglior cast, miglior sceneggiatura e miglior fotografia.

hell-or-high-water

Ma non si fermano qui le soddisfazioni per questo piccolo gioiellino di David Mackenzie dato che ha già ottenuto dei risultati importanti durante l’Award Season: dal National Board of Review per il miglior attore non protagonista (Jeff Bridges) all’inserimento nella lista dei 10 migliori film dell’anno secondo il prestigioso American Film Institute (AFI).

jeff-bridges

Inoltre la pellicola ha conquistato il Washington Film Critics Award nella categoria miglior cast, ha ottenuto 1 nomination ai SAG Awards come miglior attore non protagonista, 3 nominations agli Independent Spirit Awards3 nominations ai Satellite Awards e 3 nominations ai Golden Globe.

ben-foster

Hell or High Water è un film molto interessante che guarda ai Coen raccontando l’America di oggi attraverso le corde del western moderno. Uno dei suoi meriti è proprio questa commistione di generi, diventando a conti fatti un thriller a tinte western ambientato nel cattolico ed estremista Texas. Nel film la linea di demarcazione tra bene e male viene costantemente messa in discussione lasciando allo spettatore la possibilità di giudicare attraverso il proprio vissuto le scelte estreme e radicali dei protagonisti.

Tra gli altri premi assegnati ai San Diego Film Critics Awards spicca il riconoscimento per la miglior attrice attribuito a Sonia Braga per il film brasiliano Aquarius. Mentre Manchester by the sea conquista due premi: uno nella categoria “blindata” come migliore attore per Casey Affleck (super favorito per gli Oscar 2017) e l’altro nella categoria miglior attrice non protagonista assegnato a Michelle Williams, rivale di Viola Davis (Fences) nella medesima categoria.