Annunciate le nominations ai Golden Globe, i premi cinematografici assegnati dalla stampa estera che ogni anno “anticipano” i gusti degli Academy Award. Non è un caso infatti che i Golden Globe siano considerati l’Anticamera degli Oscar.

L’unico neo di questo importante premio è la suddivisione tra la commedia e il dramma sia per i film che per gli attori che spinge i giurati ad inserire alcune pellicole in categorie inappropriate scaturendo una serie di polemiche.

Com’è accaduto quest’anno laddove The Martian è stato inserito nella categoria commedy/musical (ma non era un film di fantascienza?).Stessa sorte accade anche per le categorie relative agli attori, laddove Rooney Mara (Carol) e Alicia Vikander (The Danish Girl, Ex Machina) sono state considerate nella categoria miglior attrice, quando poi agli Oscar verranno dirottate nella categoria supporter, creando non pochi problemi alle previsioni degli editor e dei bookmakers.

Quest’anno partono favoriti Spotlight nella categoria (drama) e The Martian nella categoria (comedy/musical), mentre alla regia favorito George Miller per Mad Max Fury Road.

Bene anche l’Italia con le 2 nominations per Youth di Paolo Sorrentino, miglior canzone originale (Simple Song) e miglior attrice non protagonista Jane Fonda. Ennio Morricone tra i candidati per la miglior colonna sonora del film di Tarantino The Hateful Eight.

Ma vediamo le nominations categoria per categoria.

Nella categoria MIGLIOR ATTORE (DRAMA) confermato il favorito Leonardo Di Caprio per The Revenant dopo aver incassato la nomination ai SAG Awards e convinto i critici di Washington e Boston. Snobbati Johnny Deep per Black Mass (che invece aveva ricevuto una nomination ai SAG Awards) e Michael Caine per Youth.

  • Bryan Cranston (Trumbo)
  • Leonardo DiCaprio (The revenant)
  • Michael Fassbender (Steve Jobs)
  • Eddie Redmayne (The danish girl)
  • Will Smith (Concussion)

Nella categoria MIGLIOR ATTORE (COMEDY/MUSICAL) confermato il favorito Matt Damon (The Martian) che ha già vinto il National Board of Review pur essendo stato snobbato ai SAG Awards. Sorpresa per Al Pacino nel film Danny Collins, snobbato dalla critica americana.

  • Christian Bale (La grande scommessa)
  • Steve Carell (La grande scommessa)
  • Matt Damon (The Martian)
  • Al Pacino (Danny Collins)
  • Mark Ruffalo (Infinitely Polar Bear)

Nella categoria MIGLIOR ATTRICE (DRAMA) confermate le favorite Brie Larson (Room) e Saoirse Ronan (Brooklyn) dopo aver incassato la nomination ai SAG Awards e conquistato numerosi premi da parte della critica americana. Considerate protagoniste le favorite alla categoria supporter Rooney Mara (Carol) che aveva già convinto i critici on line di  New York, e Alicia Vikander (The Danish Girl) che aveva già vinto l’Hollywood Film Awards, dopo aver conquistato entrambe la nomination ai SAG Awards come supporter.

  • Cate Blanchett (Carol)
  • Brie Larson (Room)
  • Rooney Mara (Carol)
  • Saoirse Ronan (Brooklyn)
  • Alicia Vikander (The Danish Girl)

Nella categoria MIGLIOR ATTRICE (COMEDY/MUSICAL) “riabilitata” Jennifer Lawrence per Joy snobbata però ai SAG Awards. Favorita resta però Lily Tomlin per GrandMa.

  • Jennifer Lawrence (Joy)
  • Melissa McCarthy (Spy)
  • Amy Schumer (Trainwreck)
  • Maggie Smith (The Lady in the Van)
  • Lily Tomlin (GrandMa)

Nella categoria MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA confermato il favorito Mark Rylance per Il ponte delle spie di Steven Spielberg che dopo aver vinto il premio assegnato dai critici di New York (anche quelli on line), Los Angeles e Boston ha ricevuto la nomination ai SAG Awards. Confermati anche Paul Dano per Love and Mercy e Sylvester Stallone per Creed che però sono stati snobbati dai SAG Awards, dentro anche Michael Shannon per 99 Homes che ha già convinto i critici di Los Angeles 

  • Paul Dano – “Love & Mercy”
  • Idris Elba – “Beasts of No Nation”
  • Mark Rylance – “Bridge of Spies”
  • Michael Shannon – “99 Homes”
  • Sylvester Stallone – “Creed”

Nella categoria MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA confermata Jane Fonda per Youth dopo aver vinto l’Hollywood Film Awards ma snobbata ai SAG Awards, come anche Alicia Vikander per Ex Machina che ha già vinto il Los Angeles Film Critic Award. Snobbata Kristen Stewart per Clouds of Sils Maria che invece aveva convinto i critici di Boston, New York e Los Angeles

  • Jane Fonda – “Youth”
  • Jennifer Jason Leigh – “The Hateful Eight”
  • Helen Mirren – “Trumbo”
  • Alicia Vikander – “Ex Machina”
  • Kate Winslet – “Steve Jobs”

Nella categoria MIGLIOR REGIA confermato il favorito George Miller per Mad Max: Fury Road che ha già convinto i critici di Boston, Los Angeles, Washington, come pure Todd Haynes per Carol che invece aveva convinto i critici di New York e Ridley Scott per The Martian che aveva vinto il National Board of Review

  • Todd Haynes – “Carol”
  • Alejandro G. Inarritu – “The Revenant”
  • George Miller – “Mad Max: Fury Road”
  • Ridley Scott – “The Martian”
  • Tom McCarthy – “Spotlight”

Nella categoria MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE confermato il favorito SPOTLIGHT che ha già vinto il Gotham Independent Film Awards e l’Hollywood Film Awards, oltre a convincere i critici di Boston (anche quelli on line), di Los Angeles e i critici on line di New York. Tra i nominati anche Tarantino per The Hateful Eight che aveva vinto il National Board of Review, snobbata la sceneggiatura di Carol di Todd Haynes

  • Room
  • Spotlight
  • The Big Short
  • Steve Jobs
  • The Hateful Eight

Nella categoria MIGLIOR COLONNA SONORA

-Alexandre Desplat – The Danish Girl.
-Carter Burwell – Carol
-Daniel Pemberton – Steve Jobs
-Ennio Morricone – The Hateful Eight
-Ryuichi Sakamoto & Alva Noto – The Revenant

 

Nella categoria MIGLIOR FILM STRANIERO confermato il favorito Son of Saul (Ungheria) che ha finora convinto i critici di Boston, Los Angeles e New York.

-The Brand New Testament (Belgio)
– The Club (Cile)
– The Fencer (Finlandia)
– Mustang (Francia)
– Son of Saul (Ungheria)

Nella categoria MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE confermato il favorito Inside Out della Pixar che ha dominato l’Award Season, partendo anche come il vincitore annunciato degli Annie Awards.

  • Anomalisa”
  • “The Good Dinosaur”
  • “Inside Out”
  • “The Peanuts Movie”
  • “Shaun the Sheep”

Nella categoria MIGLIOR FILM (DRAMA) snobbati Steve Jobs, The Danish Girl, Il ponte delle Spie e Brooklyn. Favoriti Carol, Spotlight e Mad Max: Fury Road

  • Carol
  • Mad Max: Fury Road
  • The Revenant
  • Room
  • Spotlight

Nella categoria MIGLIOR FILM (COMEDY/MUSICAL) confermate le previsioni. Favorito The Martian di Ridley Scott

  • The Big Short
  • Joy
  • The Martian
  • Spy
  • Trainwreck